lunedì 14 marzo 2011

QUANDO IL MONDO VA IN MALORA

mi sento parte di questa umanità e con essa gioisco dei suoi successi ma a volte , quando crediamo di essere capaci di "dominare" l'ambiente in cui viviamo, pecchiamo di presunzione e la natura ci punisce con inaspettata violenza facendoci assistere impotenti alla distruzione delle nostre città ad opera di terremoti e maremoti..........

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Quando succedono queste cose ci si rende conto che se veramente la natura si scatena, c'è ben poco che l'uomo possa fare...Writer

silvershado ha detto...

Writer....il Giappone è sempre stato un riferimento per le tecnologie applicate alla prevenzione contro gran parte degli eventi naturali in grado di arrecare danno... ma quanto si vede in tv non può che lasciare sgomenti, gli edifici antisismici scampati al terremoto sono stati travolti dal maremoto e quello che è rimasto dovrà essere abbandonato a causa delle radiazioni sfuggite dalle centrali, se non si riuscirà a contenere le fughe radioattive vaste zone del territorio non potranno più essere abitate per anni....come non provare sgomento di fronte ad una simile prova di forza di madre natura ?

Anonimo ha detto...

Sai che non avevo pensato a questa contraddizione? Ma neanche la tecnologia più avanzata può nulla contro la forza di madre natura! Buona serata Silver writer
P.S. Il ginocchio come va? E' guarito?

silvershado ha detto...

Writer....gli "effetti secondari" non si notano quasi mai ma spesso sono i più onerosi, i palazzi Giapponesi hanno resistito ad un'onda sismica di grande potenza, ma dubito che potranno essere utilizzati ancora, le strutture molto sollecitate avranno certamente subito lesioni che con molta probabilità non saranno più in grado di garantire la sicurezza per chi vi abita, molte famiglie sono rimaste isolate nei piani alti a causa del crollo delle scale interne e alla distruzione degli ascensori....quei colossi di cemento e vetro hanno salvato migliaia di vite umane, ma dovranno essere demoliti e ricostruiti.....i danni sono immani , speriamo solo che tutto questo non si ripeta mai più

Anonimo ha detto...

Non so che dire...sono immagini che fanno paura, se solo pensi a tutte quelle persone, alle loro vite che non potranno mai tornare come prima!Possiamo solo sperare che non accada più, nonostante il fatto che questi fenomeni sembra che si verifichino sempre più spesso... writer

silvershado ha detto...

Writer....sempre più spesso temo... da recenti studi pare che il nostro pianeta stia attraversando una fase ciclica piuttosto critica, questi avvenimenti già accaduti nell'antichità sono stati vissuti con danni relativamente seri, ma oggi siamo oltre 6 miliardi di persone e non c'è un angolo del pianeta che non sia stato urbanizzato , è logico , quindi, che dovunque accada qualsiasi avvenimento catastrofico non possa che provocare danni enormi a cose e persone e considerando che l'umanità ha costruito molte sue città sulle pendici di vulcani o su faglie telluriche c'è poco da stare allegri...non ci resta che incrociare le dita