venerdì 17 gennaio 2014

MINIFILTRO INTERNO FAI DA TE PER ACQUARIO


Volendo allestire un piccolo acquario di venti litri da utilizzare in caso di quarantena o come nursery , ho deciso di sfruttare del materiale di recupero per realizzare un minifiltro interno d'emergenza in grado di far funzionare l'acquario fino a quando troverò un filtro che soddisfi le mie esigenze.
La struttura del filtro è stata realizzata con due barattoli di plastica trasparente comunemente  usati per contenere spezie ed aromi da cucina, mentre la pompa è stata recuperata da un piccolo filtro la cui parte inferiore era ormai irrimediabilmente danneggiata.

... i barattoli di spezie si sono rivelati particolarmente indicati a causa della loro forma che li rende particolarmente compatti e rigidi...













... uno dei due barattoli, una volta tagliato ,s'incastra alla perfezione nella parte inferiore dell'altro....














... per fissare la pompa del filtro, va realizzato un disco rigido di plastica trasparente che verrà incastrato nel tappo del barattolo privato della sua parte superiore....  














... una volta fissato il disco di plastica nel coperchio   ed effettuato un foro per il passaggio dell'acqua ,la parte superiore della pompa, da cui è stata tagliata la parte danneggiata, va incollata con una buona colla sul suo nuovo supporto...











... una volta terminata la pompa si procede con la foratura dei barattoli che alloggeranno i filtri...















...terminata la foratura dei barattoli, ci troveremo con un filtro scomponibile in tre parti....














... il filtro ottenuto è pronto per accogliere le parti filtranti che permetteranno un trattamento meccanico e biologico dell'acqua ...













... inserite le spugne e i cannolicchi , il filtro è quasi pronto per entrare in funzione, un grosso elastico ricavato da una camera d'aria blocca tra loro le due parti dei barattoli, per la periodica pulizia delle spugne basterà sollevare leggermente l'elastico e la parte inferiore si sfilerà con estrema facilità, mentre in caso d'intervento sulla pompa o nei cannolicchi, basterà svitare il tappo del barattolo in alto...








... applicate anche le ventose, il nostro piccolo filtro d'emergenza è pronto a funzionare.
Non so garantire quanto durerà un filtro di questo genere e se la plastica dei barattoli non subirà rotture durante gli interventi di manutenzione, ma in attesa di soluzioni definitive, per il nostro acquario può essere una valida alternativa

4 commenti:

Elettra ha detto...

Mamma che lavoro!!!

silver shado ha detto...

ciao Elettra... all'inizio sembrava veramente difficile, ma poi tutto è sembrato più facile, credo che questo possa essere considerato alla stregua di un prototipo al quale seguirà certamente una realizzazione un pò meno "grezza"

Claudia ha detto...

Ciao Silver! Tutto bene?
Quanto tempo è passato anche se sembra ieri! Originale questo tuo prototipo che trovo eccezionale, ho un piccolo acquario di acqua dolce ma nonostante lo sia la manutenzione è problematica molto difficile gestire l'ecosistema creatosi all'interno spesso i pesciolini li ritrovo a galla senza vita
Buona serata carissimo

silver shado ha detto...

ciao Claudia.... hai ragione il tempo è veloce quanto una ferrari...
per quanto possa sembrare strano, un piccola acquario è molto più impegnativo e delicato di un grosso acquario, infatti mentre in un cento litri ben avviato i piccoli errori sono perdonati in virtù dell'alto litraggio,in un piccolo acquario basta un semplice nonnulla per creare una piccola catastrofe.... se lo spazio te lo concede e la passone è tanta, prova a valutare l'acquisto di un'acquario più grande, nel campo dell'usato ci sono tantissime buone occasioni a prezzi vantaggiosissimi, con poco più di cento euro si riescono a trovare perfino acquari completi di tutto di cento litri....ma sopratutto, per quanto piccoli o grandi che siano , assicurati sempre di avere un buon filtro in grado di garantire un buon ricircolo dell'acqua e un adeguato trattamento biologico.... il principio del mio filtro , pur avendo le caratteristiche di un "qualcosa d'emergenza" ne rispetta i principi basilari

ciao e grazie della visita