giovedì 14 ottobre 2010

COLLISIONE ASTEROIDI O ASTRONAVE ?

è incredibile a queste cose strane accadono nel cosmo, la mia parte razionale vede quello che gli scienziati dichiarano, ma la mia fantasia vede la sagoma di un'astronave con tanto di scia ......

ma ora atteniamoci ai fatti leggendo il seguente articolo



Il telescopio spaziale Hubble
immortala una collisione fra asteroidi

Lo foto scattata dal telescopio Hubble, della Nasa e dell'Agenzia Spaziale Europea
Lo foto scattata dal telescopio Hubble, della Nasa e dell'Agenzia Spaziale Europea

E' la prima immagine mai arrivata a Terra

ROMA
Un’“istantanea” senza precedenti è stata scattata dal telescopio spaziale Hubble, della Nasa e dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), ad essere immortalata sarebbe la prima immagine di una collisione fra asteroidi mai arrivata a Terra. La foto appare come una X seguita da una lunga scia azzurrina che ricorda una cometa.

L’immagine risale al gennaio 2009 e per cinque mesi gli astronomi hanno orientato gli strumenti di Hubble per inseguire e osservare lo strano oggetto. Hanno raccolto in questo modo immagini e dati sufficienti per affermare che Hubble ha visto due asteroidi scontrarsi. L’esplosione ha lasciato una lunga scia di detriti che, secondo gli esperti, «è destinata a espandersi come le schegge di una granata».

A sorprendere gli astronomi, che hanno descritto l’evento su Nature, è la forma della scia, molto più allungata e contenuta di quanto ci si aspettasse, ha rilevato il coordinatore delle osservazioni fatte con Hubble, David Jewitt, dell’Università della California a Los Angeles (Ucla).

L’oggetto, chiamato con la sigla P/2010 A2, viaggiava attorno alla fascia di asteroidi che si trova fra Marte e Giove. Secondo le prime stime i due asteroidi entrati in collisione sono piuttosto piccoli. È la prima volta che è possibile assistere a un evento simile: le collisioni fra asteroidi molto grandi sono infatti piuttosto rare, mentre quelle fra asteroidi piccoli sono difficili da osservare. A rendere ancora più eccezionali le immagini di Hubble c’è il fatto che i due asteroidi erano completamente sconosciuti prima d’ora: troppo piccoli e deboli per essere notati. Soltanto gli strumenti di Hubble sono riusciti a vederli.

Oltre all’eccezionalità dell’evento, a interessare gli astronomi sono i dati relativi ai detriti e alle polveri prodotti dalla collisione. Potranno, per esempio, aiutare a ricostruire la provenienza delle polveri presenti nel Sistema Solare o a studiare i dischi di detriti e polveri che circondano le stelle e che sono l’embrione di nuovi sistemi planetari.

Le prime stime indicano che la scia è formata da detriti il cui diametro varia da 1 a 25 millimetri, mentre secondo la prima ricostruzione un oggetto dal diametro di un centinaio di metri (probabilmente il frammento di un asteroide più grande che si è frantumato in passato) è stato colpito da un piccolo asteroide dal diametro di 3-5 metri che viaggiava alla velocità di circa 7.000 chilometri orari. Nell’impatto il piccolo asteroide si è letteralmente vaporizzato e quello più grande ha perso parte del suo materiale. La misteriosa X, che per gli astronomi è ancora un enigma, potrebbe essere stata prodotta proprio da questo processo di vaporizzazione. 

2 commenti:

NOMDEPLUME ha detto...

c'è e chissà quanto ci sarà ancora da scoprire. ciao silver, buon weekend :-)

silvershado ha detto...

Nomdeplume.....se solo avessimo i mezzi necessari chissà quante altre cose potremmo scoprire nella vastità dell'universo........