mercoledì 18 agosto 2010

DESERTO AFFOLLATO

sono al primo giro di boa della prima settimana di lavoro, un inizio "ruvido" ammorbito ora dopo ora dal diminuire del mucchio di carta accumulato sulla scrivania composto dagli arretrati cartacei delle mille parole scritte destinate ad essere ordinatamente registrate ,catalogate e dimenticate...........Esco di casa mentre sento i titoli dei notiziari che rivaleggiano sui milioni di italiani in viaggio per le vacanze, siamo nel pieno dell'estate e l'unico deserto della città d'agosto è lo spazio tra il paraurti della mia auto e quello dell'auto che mi precede...................ora so dove i milioni di vacanzieri hanno deciso di passare le loro vacanze .........sulla mia strada sul mio treno e al bar dove ogni mattina mi propinano una bevanda nera e cattiva spacciata per caffè, non so se da voi ,il giornalistico e decantato deserto estivo, descritto dai giornalisti vi ha lasciato unici sopravvissuti del vostro quartiere , ma qui da me ci sono quasi tutti

6 commenti:

Elettra ha detto...

Triste realtà Silver,forse siamo troppi!!!!!!!!!

NOMDEPLUME ha detto...

Ciao Silver :-) allora non mi resta che lasciarti il mio saluto e augurarti buon lavoro

silvershado ha detto...

Elettra, i massmedia tentano di propinaci ogni anno modelli comportamentali come se fossimo ancora negli annio 70 quando gli esodi estivi avevano proporzioni bibliche, ma oggi quasi tutte le aziende chiudono in diversi periodi dell'anno consentendo di scaglionare le vacanze estive dei dipendenti...e non ultimo i costi decisivamente alti per un soggiorno in villeggiatura dissuadono,in questi periodi, sempre più persone dal mettersi in viaggio

silvershado ha detto...

ciao Nomdelpume, no problem domani è già venerdì.... (^_^)

writer_2009 ha detto...

Sai Silver fino a poco tempo fa se tu uscivi il giorno di farragosto il mio paese era completamente deserto, quest'anno invece la gente era tanta forse solo qualche giovane ha rispettato la ...tradizione!

silvershado ha detto...

pochi giorni ero dalle parti di corso Sempione a Milano, strade deserte e negozi tutti chiusi, ma i supermercati e i parchi cittadini erano affollati.....la gente effettivamente è in ferie ma non sembra aver abbandonato la città come gli anni scorsi